TABLE OF CONTENTS

vol. 2.2 2016

Volume 8 (2.2)/2016

A trip through the Wildhorn Nappe from Cretaceous to Neogene time (Helvetic Nappes, Switzerland)

Tectonic Studies Group of the Swiss Geological Society - Summer excursion, 2015


Giovanni Luca Cardello & Neil Mancktelow

DOI: https://doi.org/10.3301/GFT.2016.04
Pagine: 1-30

Abstract

In questa guida presentiamo un percorso attraverso la Falda del Wildhorn (Svizzera sudoccidentale), una delle falde strutturalmente più alte delle coperture elvetiche. L'escursione ha preso luogo tra l'8 e il 9 agosto 2015 in quanto scelta come escursione annuale del Gruppo Studi Tettonici della Società Geologica Svizzera. Il percorso è stato organizzato come un itinerario di 2 giorni lungo i fianchi meridionali delle Alpi Elvetiche tra il Canton Berna e il Vallese (Fig. 1). Questa guida contiene anche un breve inquadramento strutturale e stratigrafico, seguito dalla descrizione degli Stop lungo una sezione geologica di riferimento che da sud a nord mostra sia le strutture del Neogene che quelle Cretacee, concentrandosi sulle loro diverse caratteristiche strutturali. Le faglie neogeniche sono associate a vene e strutture da duttili a fragili. Le faglie cretacee invece sono associate a fratture non riempite, sono discrete e relazionate a paleo-scarpate associate a contatti stratigrafici inconformi, geometrie di faglie di crescita, slumps e dicchi sedimentari. L'evoluzione temporale del sistema di faglie sin-sedimentarie cretacee è documentato anche da foto panoramiche spettacolari ed è brevemente discusso in rapporto anche allo sviluppo del sistema a pieghe e sovrascorrimenti e alla successiva estensione parallela all'asse principale dell'orogene alpino.

open access